Blog Gratis: serve davvero?

da | Nov 1, 2023

Ok, ci siamo! Finalmente hai deciso di aprire un blog per dare voce alla tua esperienza, per raccontarti, o semplicemente per raccontare la tua azienda e il tuo lavoro. Se sei alle prime armi è normale che ti sia venuto in mente di aprire un blog gratis. Starai pensando che si tratta della soluzione più pratica (ed economica) per cimentarti facilmente nella pubblicazione di contenuti, senza troppe complicazioni.

In questo articolo, ti dirò 2 cose importanti. La prima è che puoi aprire un blog senza costi e pubblicare il tuo primo articolo in meno di 24 ore. La seconda è che questa soluzione non è la più conveniente. Vuoi capire perché? Continua a leggere per scoprire i numerosi e validi motivi per investire in un blog a pagamento (ma anche per capire come creare un blog a costo zero).

Blog gratis: perché lo sconsigliano?

Chi lavora sul web sa perfettamente che il blog è uno strumento di marketing potentissimo. Proprio per questo motivo è caldamente sconsigliato creare un blog gratis. In primis perché l’idea stessa di aprire un blog ha come obiettivo un guadagno e un posizionamento del proprio personal brand per attirare nuovi clienti e collaboratori.

blog gratis conviene

Aprire un blog gratis conviene davvero? Scopriamolo in questo articolo dedicato.

Rispetto a 10 anni fa, questo strumento ha cambiato le sue basi e potenzialità. Se prima era un posto in cui poter condividere le proprie conoscenze e riflessioni con gli appassionati, oggi è una vera e propria fonte di raccolta consensi e contatti.

Prima, scrivere su un blog significava farlo solo per il gusto di scrivere e condividere le proprie opinioni. Oggi le cose sono ben diverse e il Blog si è evoluto tanto che è diventato un vero e proprio strumento al servizio di un brand. Se vuoi esprimere al meglio le potenzialità del tuo business con il blog, utilizzare una piattaforma con strumenti gratis ti imporrà anche delle funzionalità limitate.

Limitazione della potenza SEO

Aprire un blog gratis significa limitare le potenzialità dell’ottimizzazione SEO. Infatti, avrai a disposizione il tuo spazio web senza spendere un centesimo, ma perderai la gran parte delle opportunità di posizionamento su Google.

Questo perché questa tipologia di blog è proprio pesante per l’ottimizzazione SEO. Non consente di controllare parametri di vitale importanza per indicizzare i post e quindi non consente di sfruttare la fonte di traffico più importante di tutte: il traffico organico.

blog gratis e seo

Il blog è un potente strumento per la tua strategia marketing. Scegliere di aprirlo in modalità gratuita ti impedirà di controllare il traffico organico al sito.

Oltre a questo c’è anche una limitata possibilità di personalizzazione. Un blog gratis infatti ha una struttura basica con un’estetica imposta. Risulterà quindi difficile lavorare al 100% sul brand e configurare un’esperienza utente efficace.

Il blog gratis non è tuo!

Aprire un blog gratis significa non avere la possibilità di eliminare il logo della piattaforma che ospita il blog. Il blog infatti non è realmente tuo e questo è forse il fattore più importante che dovrebbe spingerti a chiederti se non valga davvero la pena investire in un blog a pagamento.

Aprire un blog gratis su una piattaforma che ti offre l’opportunità di farlo significa rilasciare a tutti gli effetti la proprietà del Blog (e dei suoi contenuti) alla piattaforma stessa. Se la piattaforma dovesse chiudere, il tuo spazio web scomparirebbe nel nulla in pochi secondi.

In pratica, non avrai un dominio di tua proprietà, ma avrai a disposizione solo un sotto dominio che si rifà alla piattaforma di appartenenza. Questo rappresenta un vero e proprio svantaggio da un punto di vista SEO e danneggia tantissimo il tuo personal brand e la percezione che gli utenti avranno di te e di ciò che fai.

Blog a pagamento… con meno di 3€!

Ed eccoci arrivati al sodo. Sicuramente vi starete chiedendo se ci fosse la possibilità di aprire un blog gratis, così giusto per iniziare ed imparare ad utilizzarlo, e poi trasformarlo in un blog professionale. La risposta è “sì, ma non conviene”.

Ricordate la questione appena citata del sotto dominio? Nel momento in cui deciderete di diventare più professionali, avrete comunque bisogno di acquistare un vostro personale dominio. Ecco perché consiglio di riflettere bene su questo investimento che all’inizio potrebbe essere veramente minimo. Ci sono servizi di hosting che con meno di 3 euro al mese ti permetteranno di avere un tuo personale dominio e creare online un blog a tua immagine somiglianza.

blog gratis interazioni

Il blog crea contatti e racconta chi sei e cosa fai. Per questo è consigliabile aprirne uno professionale con dominio personalizzato.

Se il Blog deve entrare a far parte della tua strategia di marketing per la promozione del tuo brand e/o del tuo business è di vitale importanza che sia uno strumento potenzialmente attivo, ma soprattutto creato per raccontare la tua storia in ogni minimo dettaglio.

Non sei ancora convint*?

Se ancora non ti ho convinto, ti lascio qui una breve guida su come creare un blog gratis con WordPress. C’è un solo problema: potrai crearlo con WordPress.com e non con WordPress.org.

Qual è la differenza tra i due? Che il primo è un impacchettamento del più famoso CMS open source che tutti noi conosciamo ed amiamo, con alcune funzionalità in più nella versione premium. Si tratta quindi di una sorta di surrogato dell’originale che non da’ vita ad un dominio di primo livello personalizzato.

WordPress.org invece è un progetto open source (ovvero completamente gratis), dove dovrai essere tu a creare da zero il tuo sito. Dovrai acquistare un dominio, un hosting, impostare un template e scegliere le funzionalità e attività da inserirci dentro. Tutto questo a pagamento, ma arricchito da funzionalità utili per poter guadagnare con il blog.

Facciamo i conti!

Per creare un blog gratis con WordPress ti basterà andare su WordPress.com e cliccare su “Inizia Ora”. Inizierai il processo di creazione e in sole 24 ore vedrai pubblicato il tuo primo articolo.

Il problema è che molto probabilmente questo articolo finirà in fondo alla catena alimentare della SERP. Per rendere il tuo blog in WordPress più vicino alle tue esigenze stilistiche e di business, WordPress.com ti chiederà di passare alla sezione Premium dove con 4 euro al mese avrai a disposizione un dominio personalizzato è un supporto via mail.

Il dominio però sarà sempre collegato al dominio madre WordPress. Inoltre, ti verranno richiesti 8 euro in più al mese se desideri personalizzare lo stile e se vuoi caricare video in 4K. Il costo dei piani sale in base alle funzionalità desiderate, come ad esempio la richiesta di poter utilizzare un firewall o imporre l’assenza delle commissioni sui pagamenti ricevuti.

Se fate bene i conti, scoprirete che i famosi 3 euro al mese per un dominio personalizzato sono sicuramente meglio spesi. Inoltre, un blog gratis ha una capacità di archiviazione immagini e contenuti limitata, mentre la creazione di un blog a pagamento con dominio personalizzato permette di portare avanti nel tempo la tua attività online.

Vuoi aprire un blog? Clicca qui!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche…

Linea trattaggiata
Ghostwriting: gli artigli invisibili della scrittura

Ghostwriting: gli artigli invisibili della scrittura

Immergiamoci oggi in un viaggio affascinante nel cuore del ghostwriting, un'arte spesso sconosciuta ma potente nell'industria della scrittura e del marketing. In questo articolo dettagliato, esploreremo i meandri di questa professione oltre che pratica di scrittura,...

Storyboarding: tecnica di copywriting persuasivo

Storyboarding: tecnica di copywriting persuasivo

Oggi ti mostro una tecnica di copywriting persuasivo che vi piacerà molto perché potrebbe esserti utile per creare contenuti ottimizzati utili alla conversione sia per il tuo blog che per i tuoi social. Sto parlando dello storyboarding, una tecnica che crea una...

E-book e SEO: Come promuovere il tuo libro online

E-book e SEO: Come promuovere il tuo libro online

Forse non lo sapevate, ma l'avvento degli e-book ha completamente rivoluzionato il mondo della pubblicazione. In pochissimo tempo gli autori hanno ottenuto la possibilità di auto pubblicarsi senza dover passare attraverso le case editrici tradizionali. Nonostante...